Fotografia

Bella questa foto. Facciamone una buona.

Di solito si pensa a una buona fotografia come a un di più. Un piccolo lusso che ci si concede, e non invece ciò che è per davvero: una necessità per ogni brand. Una fotografia fatta come si deve fa sempre la differenza, perché dà un’anima al prodotto, alle persone, all’azienda. Ed è una differenza che si nota subito, non serve essere dei tecnici, basta avere due occhi.

I migliori servizi fotografici sono quelli che si integrano alla comunicazione. Ecco perché è importante che il fotografo sia consapevole della strategia adottata per un cliente. 

Puoi avere l’azienda più bella del mondo, i migliori prodotti, qualcosa di eccezionale tra le mani, ma senza una buona fotografia, il tutto sfiorirà. Le cose ben fatte meritano scatti ben fatti.

Perche' fare servizi fotografici?

Foto brutte, anche no.

Perché piuttosto che scattare foto brutte, è meglio non scattarle proprio. Le fotografie improvvisate, per le aziende, non funzionano: fanno sembrare anche l’azienda stessa improvvisata. Quelle professionali, invece, fanno onore perché trasmettono, appunto, professionalità.

All'altezza del prodotto.

Perché puoi anche avere il miglior prodotto del mondo, ma senza fotografie all’altezza non avrai modo di mostrarlo ad un pubblico vasto. Ecco perché il servizio fotografico professionale è un investimento, non un costo.

 

Sii autentico.

Perché avrai fotografie autentiche. Non dovrai usare quelle di repertorio, che hanno anche tutti i tuoi competitor e non caratterizzano. In più, il servizio fotografico professionale in un’agenzia è utilizzabile in più modi, su più supporti: è una fonte per il sito, i social, le brochure, i company profile. E altro ancora.

 

Anche un bullone puo' sembrare un anello.

La fotografia valorizza qualsiasi cosa, se è buona. Se non lo è, la svaluta.

Trucco, parrucco, costumi: nessun inganno.

I buoni servizi fotografici per la moda fanno emergere anche l’autorialità, il gusto e la ricerca, dietro ai capi di abbigliamento.

Un servizio fotografico per la moda dipende molto dalla bravura di chi posa. Lo sostiene ogni fotografo, anche il più vanitoso. È però inevitabile che il successo di uno shooting per la moda sia anche nelle mani di chi scatta. È una questione di ritmo, di intesa professionale tra i due soggetti coinvolti, di alchimia. Più ce n’è, migliore sarà la qualità del lavoro. Un bravo fotografo dovrebbe trasmettere sicurezza al modello, mettendo quest’ultimo il più possibile a suo agio e coinvolgendolo nella sessione di posa.

servizi fotografici per la moda possono essere declinati su molti supporti. Dai cataloghi per le collezioni ai look-book, passando per gli scatti pubblicitari. Anche una sfilata si presta ad uno shooting fotografico: in quel caso, il fotografo dovrà cogliere i migliori momenti in azione, senza un set statico in cui operare. E senza farsi distrarre dalle bellezze.

Food porn.

I servizi di food photography catturano la tua attenzione, al punto che mangi gli scatti con gli occhi.

servizi di food photography stanno ultimamente seguendo la tendenza del dark & moody, al punto che è stata definita “dark & foody”. Si tratta di un set dove a dominare è la penombra e i toni scuri dei fondi. È in netto contrasto con la precedente tendenza della fotografia dedicata al food che puntava sulla purezza del set e degli oggetti inseriti, dove il colore predominante del contesto era il bianco.

L’obiettivo comune ai due modi di scattare, nel food, è l’esaltazione del soggetto, cioè appunto il cibo. Negli anni della sovraesposizione mediatica della ristorazione, dell’alta cucina e dell’alimentazione, anche le immagini di cibo si sono moltiplicate.

Le declinazioni sono infinite, dai libri dedicati ai blog di cucina, così la food photography è diventata una specializzazione necessaria del genere fotografico still life.La ricerca sviluppatasi attorno a questo tipo di fotografia è approfondita e in perenne crescita. Sono nati negli anni professionisti dedicati alla realizzazione dei set dedicati al food: su tutti, lo stilyst, ovvero colui che cura lo stile e l’allestimento del set, ideando una composizione e scegliendo i props in grado di esaltare il prodotto, sempre mantenendo la coerenza con lo stile scelto.

Fai spazio per la fotografia.

Se non vedi spazi belli, non ci credi. La fotografia per l’architettura e gli interni li mette in mostra.

La fotografia per l’architettura e gli interni richiede competenze specifiche e allenamento. Perché è soprattutto una questione di occhio: il soggetto è statico, se è un edificio si staglia di fronte a noi, se è un interno invece ci avvolge, dunque non esiste una prospettiva privilegiata, automatica, ma va semmai intuita e ricercata. Nella fotografia per l’architettura è essenziale il punto di vista da cui si riprende il soggetto.

L’altra difficoltà è la frequente impossibilità di costruire un set dedicato per lo shooting. Molto spesso, la fotografia per l’architettura si confronta con la luce naturale, dunque il fotografo deve saperla maneggiare, gestendo le aperture dell’obiettivo in fase di scatto a seconda della luce. Ecco perché è essenziale anche stendere un progetto di shooting, quando si fotografa per l’architettura: gli orari, e le relative luci, fanno la differenza.

La post-produzione è uno strumento prezioso, in mano al fotografo, per valorizzare le fotografie di architettura e interni e manipolare le luci a shooting già effettuato.

Produzione seriale, scatti su misura.

Gli spazi produttivi di un’azienda sono noiosi, solo se la fotografia industriale non li valorizza.

Molti clienti hanno la produzione all’interno dell’azienda e spesso si rendono conto di un paradosso: è il reparto centrale del loro business ma rimane nascosto. Ad eccezione di chi lavora all’interno dell’azienda, nessuno lo vede. Ecco perché la fotografia industriale è sempre più richiesta: rappresenta le fasi salienti della produzione di un prodotto, fa conoscere i meccanismi dietro le quinte, è in sostanza un ottimo mezzo di comunicazione perché avvicina il cliente all’azienda.

Servono però immagini significative, e il difficile è trovare la misura tra la spettacolarità e il realismo. I migliori shooting industriali sono infatti quelli che rappresentano il vero, che raccontano la verità, come se fossero dei reportage.

Se sei arrivato fin qui, iniziamo lo shooting fotografico.

IL TUO!